Le proprietà dell'echinacea

today Pubblicato il 14/11/2019

L'echinacea è una delle piante maggiormente utilizzata negli integratori immunostimolanti. Si definisce immunostimolante qualsiasi farmaco o sostanza capace di stimolare le difese immunitarie dell'organismo, potenziando la capacità di combattere le infezioni.

Tale effetto viene ampiamente sfruttato nel trattamento di svariate malattie, che vedono nel calo generalizzato delle difese immunitarie un fattore causale, favorente o conseguente:

  • Malattie recidivanti o con tendenza a recidivare come l'herpes;
  • Il fuoco di Sant'Antonio;
  • Le candidosi;
  • La mononucleosi;
  • Le infezioni respiratorie croniche o ricorrenti (come la bronchite) .

Le piante immunostimolanti vengono consigliate soprattutto nei mesi freddi per la prevenzione dei malanni invernali. Tra le piante più utilizzate in integratori immunostimolanti troviamo l’echinacea. In natura esistono tre specie:

  • Echinacea angustifolia;
  • Echinacea pallida;
  • Echinacea purpurea, la cui droga viene ottenuta dalle radici. DI questa, però, si può utilizzare anche l'intera pianta.

I principi attivi contenuti all'interno delle diverse specie di echinacea possono variare dal punto di vista sia qualitativo, sia quantitativo. Ad ogni modo, si può affermare che i principali costituenti chimici contenuti in tutte e tre le principali specie di echinacea, sono:

  • Flavonoidi;
  • Derivati dell'acido caffeico (acido cicorico, acido clorogenico ed echinacoside);
  • Polisaccaridi ad attività immunostimolante;
  • Polifenoli;
  • Glicoproteine ad attività immunostimolante;
  • Alchilamidi; 
  • Olio essenziale;
  • Polieni.

Prodotti a base di echinacea

Clubfarma vi consiglia i seguenti integratori a base di echinacea:

echinaid

Esi Echinaid Urto 30 capsule

Integratore alimentare a base di echinacea purpurea, echinacea angustifolia, con vitamina C ed estratti di acerola, uncaria, rosa canina.

immuniflor

Esi Immuniflor Sciroppo Junior 180 ml

Sciroppo junior per favorire le fisiologiche difese immunitarie a base di Echinacea, Acerola e Miele di manuka.

immunoped

Pediatrica Immunoped 14 flaconcini da 10 ml

Integratore alimentare indicato in caso di abbassamento delle naturali difese immunitarie. Si consiglia nella prevenzione e nel trattamento delle malattie da raffreddamento. Senza glutine.

difesal

Specchiasol Difesal 30 compresse

Integratore alimentare a base di estratti di erbe officinali Uncaria tomentosa, Echinacea, Papaia fermentata e Propoli decerata e purificata EPID. Non contiene glutine. Utile nel promuovere le fisiologiche difese dell'organismo contro le aggressioni esterne.

Proprietà dell'echinacea

L’echinacea presenta proprietà antivirali ed immunostimolanti dovute alle glicoproteine, alle alchilamidi, ma soprattutto al gruppo dei polisaccaridi (arabinogalattani ed arabinoxilani). Delle proprietà antibatteriche è invece responsabile l'olio essenziale, ricco in terpeni, presente tuttavia in scarsa quantità.

Possiamo quindi dire che le proprietà medicinali dell'echinacea sono:

  • Stimolanti e di potenziamento del sistema immunitario (soprattutto contro le malattie da raffreddamento);
  • Batteriostatiche;
  • Virustatiche;
  • Antinfiammatorie.

Il principale utilizzo dell’echinacea è contro il raffreddore e le affezioni delle vie respiratorie. Grazie all'azione antivirale, antibatterica, immunostimolante e antimicrobica svolta dalle alchilamidi, dai polisaccaridi, dalle glicoproteine e dai derivati dell'acido caffeico presenti all'interno dell'echinacea, l'utilizzo di questa pianta può costituire un grande aiuto per il trattamento:

  • Del raffreddore e dei suoi sintomi;
  • Della febbre;
  • Delle affezioni delle vie respiratorie, come tosse e bronchiti.

Per trattare i sopra citati disturbi, l'echinacea può essere assunta in diverse forme e preparazioni.

Effetti collaterali e controindicazioni dell'echinacea

In seguito all'assunzione di echinacea possono insorgere possibili reazioni allergiche.

Non assumere echinacea in caso di ipersensibilità accertata verso uno o più componenti, o di eritema nodoso. Inoltre, a causa della sua attività stimolante sul sistema immunitario, l'utilizzo di questa pianta non dovrebbe essere effettuato in pazienti con un sistema immunitario iperattivo, ossia nei pazienti affetti da patologie autoimmuni (come, ad esempio, HIV, leucemie, sclerosi multipla, ecc.).

Infine, a scopo precauzionale, si sconsiglia l'utilizzo dell'echinacea in gravidanza e durante l'allattamento.

Interazioni Farmacologiche

L'echinacea è in grado di inibire alcuni citocromi e potrebbe interferire con l'attività di farmaci, quali:

  • Immunosoppressori (come, ad esempio, sirolimus, tacrolimus, ciclosporina e basiliximab);
  • Corticosteroidi: la pianta, infatti, può ridurne l'efficacia;
  • Farmaci antitumorali;
  • Antivirali impiegati nel trattamento dell'HIV;
  • Midazolam, perché l'echinacea ne inibisce il metabolismo;
  • Paracetamolo, poiché può verificarsi un aumento del rischio d'insorgenza di tossicità epatica;
  • Econazolo, in quanto l'echinacea ha dimostrato di essere in grado di potenziare l'efficacia dell'econazolo in crema contro le candidosi vaginali;
  • Caffeina, poiché l'echinacea può diminuirne il metabolismo.

Avvertenze

Gli effetti immunostimolanti attribuiti all'echinacea possono essere sfruttati mediante l'impiego di estratti secchi titolati in polisaccaridi, mentre gli estratti idroalcolici come le tinture, più ricchi in polifenoli, presentano soprattutto attività antinfiammatoria.

Gli alcaloidi pirrolizidinici presenti nell'echinacea contengono il nucleo pirrolizidinico saturo, privo di tossicità, a differenza di quelli a nucleo insaturo, che sono risultati epatotossici.

Home

Home

Seguici su Facebook

fb_dx.jpg