TERMOTERAPIA? Cosè...

In: Sub Category 1 Commenti: 0 Visualizzazioni: 222

TERMOTERAPIA: un alleato contro i dolori muscolari.

Prima o poi capita a tutti: mal di schiena, mal di collo e altri dolori muscolari nelle zone più disparate del corpo si presentano a complicare le nostre giornate. Il riposo in questi casi è consigliato ma non sempre è possibile interrompere le proprie attività in attesa che il fastidio scompaia. E trascurare il dolore non migliora la situazione, anzi serve spesso a peggiorarla. Per questo bisogna prontamente adottare qualche accorgimento preventivo, come evitare movimenti bruschi e posture errate, e quando il dolore si manifesta è meglio sapere qual è il trattamento adeguato per liberarcene in fretta. In questi casi arriva in nostro soccorso la termoterapia: un rimedio senza medicinali che è stato utilizzato fin dall’antichità per la sua azione terapeutica, andando a rilassare i muscoli e le articolazioni di tutto il corpo e rivelandosi un alleato prezioso per combattere piccoli e grandi dolori quotidiani.

Origini della termoterapia

Già i romani conoscevano le virtù benefiche della termoterapia, ampiamente praticata nelle famose terme. In questi ambienti rilassanti corpo e mente godevano di un momento di relax e distensione favorendo un benessere psicofisico a 360 gradi. E non furono i soli: antichi egizi, greci e cinesi utilizzavano il calore nelle pratiche di guarigione tradizionali. Qualunque fosse il mezzo impiegato, dalle pietre riscaldate, al carbone e alla sabbia, la finalità era la stessa: aiutare le persone a sentirsi meglio. Il calore è infatti noto per la sua capacità di distendere le fasce muscolari, sciogliere le contratture e rilassare le articolazioni, con il vantaggio di un metodo completamente naturale. Un vero toccasana per tutto il corpo: la termoterapia infatti si applica a qualunque muscolo sia dolente, dalla schiena al collo, dalle braccia ai polpacci.

Come funziona la termoterapia

La termoterapia sfrutta le proprietà benefiche del calore per favorire la vasodilatazione, che a sua volta riattiva la circolazione sanguigna e il metabolismo, ed espelle le sostanze tossiche dovute ad eventuali infiammazioni. Inoltre ha un effetto analgesico e ipotensivo dovuto all'azione delle terminazioni nervose, che stimolate dalla temperatura, modulano la trasmissione del dolore al cervello. D’altra parte, la maggiore produzione di endorfine favorita dal calore potenzia l’effetto analgesico. Infine il calore elasticizza il collagene di tendini, legamenti e capsule articolari fluidificando il liquido delle articolazioni, a tutto beneficio di queste ultime.

Commenti

Scrivi il tuo commento